Il laboratorio in giardino grazie alla casetta in legno

Ce ne sono di tutte le dimensioni, sono rigorosamente fatte in legno, il tetto è rivestito con guaina di ardesia, e porte e finestre sono ad alta tenuta termica: le casette da giardino non sono solo belle, ma anche funzionali.

Il laboratorio in giardino.

Sia che ci dilettiamo di meccanica o di piccola falegnameria, di pittura o di ceramica, cosa c’è di meglio che avere uno ambiente tutto nostro dove concentrarci e dare spazio alla nostra creatività?
Una casetta in legno da giardino è una soluzione ideale per creare un piccolo ma funzionale laboratorio per il fai da te.
I modelli sono tanti: rustici per la casa in montagna, semplici e lineari per il giardino classico, addirittura di design per chi non vuole rinunciare ad un impatto visivo di effetto.

Ma che caratteristiche deve avere la nostra casetta per essere adatta allo scopo?

Innanzitutto deve essere trattata per ritardare il diffondersi delle fiamme in caso di incendio. Poi deve essere calda in inverno e fresca in estate. Il legno è per sua natura un buon isolante termico, tuttavia, se abbiamo intenzione di rifugiarci nel nostro laboratorio anche nelle lunghe serate d’inverno, sarà utile munirlo di un piccolo impianto di riscaldamento. In questo caso dovremmo fare molta attenzione anche alla qualità degli infissi in modo da limitare la dispersione del calore e risparmiare sui consumi.
Inoltre per lavorare al meglio avremo bisogno di una buona illuminazione. Qualche finestra, magari ben esposta, sarà essenziale, così come un buon impianto elettrico: faretti nei punti giusti e prese comode e sicure per le nostre attrezzature.

I costi di un laboratorio nella casetta in giardino.

E’ difficile prevedere i costi di un laboratorio fatto in una casetta in giardino. Il prezzo del prefabbricato varia molto in base alle dimensioni e ai particolari richiesti. Si va dalle poche centinaia di euro per casette adatte solo al ricovero degli attrezzi, a qualche migliaio per quelle abitatili.
E’ importante però mettere in conto una buona manutenzione nel tempo perché il legno è un materiale che va protetto dalle intemperie affinché non si deteriori.

Permessi per la costrizione di un casetta-laboratorio.

Secondo il testo unico delle disposizioni in materia di edilizia qualsiasi opera di costruzione necessita di una dichiarazione di inizio lavori (D.I.L.) ed, eventualmente, di richiesta di autorizzazione.
Questo riguarda anche le opere solo appoggiate sul terreno, anche se prive di fondamenta, come le nostre casette da giardino.
Oltre alle disposizioni del testo unico, i permessi da richiedere per la posa in opera di casette da giardino fanno riferimento anche a leggi regionali o regolamenti edilizi comunali generalmente più restrittivi.
Conviene, quindi, sempre informarsi presso l’ufficio tecnico comunale riguardo gli adempimenti che si hanno da sostenere per non andare incontro a multe salate o addirittura alla demolizione del fabbricato.
In linea di massima le strutture da 6 a 20 mq rientrano nell’edilizia libera e necessitano solo di D.I.L, per quelle più grandi bisogna fare richiesta di autorizzazione.

Questa voce è stata pubblicata in casette legno. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento