Proteggere e mantenere al meglio la casetta in legno

legnoIl legno è un materiale naturale, offre numerosi vantaggi e non richiede particolare manutenzione.

Però affinché possa mantenersi e non rovinarsi con le condizioni meteorologiche è di fondamentale importanza utilizzare l’impregnante.

L’impregnante è un prodotto che contiene biocidi, agisce in profondità, penetrando nel legno senza formare una pellicola superficiale.

La sua funzione principale è quella proteggere il legno dai parassiti, dalla pioggia, dai raggi U.V., dalla muffa, dall’umidità e dai deterioramenti dovuti al tempo.

Oltre al formato trasparente, sono disponibili impregnanti in vari colori ottenuti con pigmenti selezionati.

Il vantaggio dell’impregnante trasparente è che rispetto alla vernice non nasconde il legno, non copre la struttura sottostante. Inoltre non è necessario togliere il vecchio strato prima di applicare quello successivo.

Come si procede nell’applicazione?

Innanzitutto, prima dell’applicazione bisogna pulire accuratamente la superficie da trattare, rimuovendo eventuali residui di sporco o di polvere.

Dopo questa prima fase, si prosegue con l’applicazione. Il prodotto molte volte è già pronto all’uso, in caso contrario si procede alla preparazione seguendo le istruzioni indicate sulla confezione.

Si stende il prodotto in modo uniforme, con pennellate in tutte le direzioni.

In questo modo il legno resterà lucido e brillante nel tempo.

I ciclie il numero di mani da applicare possono differenziarsi in base a diverse condizioni come per esempio il tipo di prodotto, il tipo di legno, l’umidità, lo spessore, la capacità di assorbimento.

Più un prodotto in legno è rovinato, più deve essere trattato e curato.


Impregnante a base solvente o a base d’acqua: qual è migliore?

Gli impregnanti a base d’acqua sono più difficili da applicare, penetrano meno in profondità e sono più veloci nell’asciugatura.

Creano inoltre una pellicola protettiva sottile sulla superficie.

Gli impregnanti a base solvente contengono invece più sostanze chimiche e hanno un odore a volte fastidioso, ma hanno il vantaggio di andare più in profondità nel legno.

Il processo di essiccazione è più lento e non formano una pellicola superficiale perciò hanno una resistenza agli agenti atmosferici medio bassa.

Questa voce è stata pubblicata in Case, casette legno. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento